giovedì 10 settembre 2015

Come ho incontrato Chris Wood. Sirebond a prima vista

Ciao a tutti!
Oggi ho deciso di pubblicare un articolo che mi avete chiesto in tanti, suppongo sia perchè volevate umiliarmi e deridermi ulteriormente.
Alla stessa convention a cui ho incontrato Ian Somerhalder, ho fatto la conoscenza di Chris Wood, il mio futuro marito.
Vi avviso: non intendo rivelarvi tutto quello che è successo e tutto quello che ho detto perchè sarebbe troppo imbarazzante persino per me.
Dovete capire che io ero a quella convention solo ed unicamente per Ian, non volevo spendere un patrimonio e non mi ero organizzata gran che bene, quindi niente foto con Chris.
Poi però il signorino è salito sul palco e sono morta.😍
No davvero, chiedete ad Alis come stavo, sembravo posseduta.
J:"Ali, voglio una foto"  A:"Quando finisce il panel la andiamo a prendere"
Così siamo andate a comprarla ma *rullo di tamburi* le foto erano finite. Sono svenuta? Ho accoltellato il venditore di extra? Sono rimasta impassibile? Ho pianto soffiandomi il naso sui pantaloni a quadretti nel nostro amico cinese? Questo non vi è dato saperlo.
Tornata in sala panel ho deciso di andare a fargli una domanda.
A: " Ma che gli chiedi?" J: " E che ne so!"
Ero davvero nel panico, niente filtri, non provavo nemmeno vergogna, una drogata alla ricerca di un'altra dose.
Arrivata davanti al microfono pronuncio il " Hi Chriiiiiisss" più stridulo del mondo, infatti mezza sala scoppia a ridere, lui compreso e mi saluta con qualche nomignolo carino che non ricordo. J: " Oddio" e le poche italiane alla convention iniziano a ridere. Mentre gli faccio la domanda, mi fa l'occhiolino perciò la mia domanda è stata questa: " Com'è stato lavorare con il cast di The Carrie *occhiolino*........................-pausa di 10 minuti- .......... Diaries". In realtà  in inglese la domanda aveva un ordine diverso, ma era per rendere l'idea.
Prima domanda che gli faccio e lui già mi parla della sua ex. Male male, Chris.
Mentre parlavo annuivo con un sorriso ebete, se mi avesse chiesto se ero team Sebastian o Adam, probabilmente avrei tradito la mia ship dicendo Adam.
"Grazie Chris, ciao ciao" " Grazie a te, tesoro".  AH
Vi dico solo una cosa: faccio convention da anni , ma quella a Chris è stata la prima domanda che io abbia mai fatto a una con.
Quella serata è stata terribile per la povera Alis: mi aggiravo per la stanza al buio, tirando le tende, ridendo, cantando e cercando di convincerla del fatto che io e Chris eravamo fatti l'uno per l'altra. Mood, questo è il nome della nostra ship. Ho fatto partire un video che gli avevo fatto alla convention come ninna nanna. Alis mi supplicava di lasciarla dormire, ma continuavo a romperle con domande come " Ma secondo te, a chi devo mandare il curriculum per diventare la lava-schiena di Chris?".
Ho anche un video sul cellulare in cui urla " Salvatemi! Sono con una psicopatica!"  MA VA?!?
Vorrei dire che non è solo colpa mia se in quei giorni vi siete ritrovati 6000 post su di lui, è Alis che si diverte a informare tutti del mio disagio.

Ho riso come una matta durante tutti i panels, adoro la sua voce e cercavo di gustarmela più che potevo, scleravo come una pazza tutto il tempo.
Ah povera me. ( O povera Alis)
Il giorno seguente sono tornata più agguerrita che mai al banco degli extras. Non vi racconterò di me che picchietto le unghie sul bancone con un sigaro cubano tra le labbra, nè di Alis che accarezza dolcemente la guancia dell'addetta alla vendita con un coltello dopo averla legata come un salame, sta di fatto che ho avuto la mia foto.
Poi però è arrivato il momento di farla sta benedetta foto e lì è stato uno dei momenti più imbarazzanti di sempre.
Una volta arrivato il mio turno che ho fatto? Nulla. Sono rimasta ferma a guardarlo senza muovermi. UNA CRETINA.
Alis da dietro mi sussurrava " Tocca a te, vai" e io stavo ferma. Mi ha dovuta trascinare lui davanti all'obiettivo? Eh più o meno. Sta di fatto che sono arrivata tutta incassata, con  le braccia tutte strette.
Mentre mi abbracciava mi fa " Hey, come stai, dolcezza?" *Aiuto, mi sta parlando, e ora che dico? Fai finta di star bene, sii normale*  J" Bene." C" Ciao, tesoro" J" Ciao e grazie" C" Grazie a te"
E poi sono andata a morire in un angolino con Alis che mi derideva.
Ci sarebbero tante altre cose che vorrei raccontarvi su di lui, ma devo ancora togliere i bigodini e truccarmi e non voglio perdere il treno, vi dirò solo che è un ragazzo molto molto simpatico, dolce all'inverosimile, bellissimo ( Ma va?), con un grande senso dell'umorismo. Se Chris farà una convention quest'anno, state certi che sarò lì perchè non posso proprio non rivederlo.
Ora vi allego alcuni commenti molto imbarazzanti.




 E ho messo quelle meno imbarazzanti...

La settimana dopo, Alis ha deciso di sputtanarmi a Barcellona spiegando al povero Chris la mia ossessione per lui e per le sue braccia.
E mi ha spedito uno dei regali che ho apprezzato più di sempre:


Nessun commento:

Posta un commento