martedì 12 gennaio 2016

Let it Snow- Recensione



Titolo: Let it snow, innamorarsi sotto la neve (autoconclusivo)
Autrice: John Green, Maureen Johnson, Lauren Myracle
Data di pubblicazione: 12 Novembre 2015
Editore: Rizzoli
Prezzo: 16,50 €
Trama
È la Vigilia di Natale a Gracetown. Scende la neve, i regali sono già sotto l’albero e le luci brillano per le strade. Sembra tutto pronto per la festa, ma una tormenta arriva a sparigliare le carte. Così si può rimanere bloccati su un treno in mezzo al nulla e vagare per la città fino a incontrare un intrigante sconosciuto. Oppure prendere la macchina per raggiungere una festa che promette di essere memorabile, per scoprire che l’amore è più vicino di quanto pensassimo. O ancora ritrovare qualcuno che si credeva perduto, ma solo dopo una giornata piena di imprevisti e di… maiali. Grazie a John Green, Maureen Johnson e Lauren Myracle, affermati autori Young Adult, la magia delle vacanze splende su questi tre racconti d’amore, che s’intrecciano tra loro mettendo in scena baci appassionati e avventure esilaranti.

Voto complessivo:    ♥  e 1/2

Uscito in America l'anno scorso, finalmente Let it Snow è approdato anche in Italia.
Il romanzo ha come autori tre dei più amanti scrittori contemporanei, i cui racconti si intrecciano in una dolcezza tutta natalizia.
Ho anche scoperto con grandissimo piacere che l'anno prossimo, con ogni probabilità, lo troveremo al cinema. Pop Corn e John Green, si prospetta il Natale perfetto.

Voto primo racconto:   ♥ 
Il primo racconto è quello di Maureen Johnson che ci presenta Jubilee, una ragazza che, proprio a Natale si trova costretta a raggiungere i nonni in Florida. Non vi svelo il motivo perchè è tutto da ridere, proprio come il suo esilarante ( si fa per dire) vicino di casa.
Purtroppo ( o fortunatamente) per lei, il treno non arriva a destinazione, lasciando Jubilee in mezzo alla neve, circondata da personaggi bizzarri.
Da piccoli i nostri genitori ci hanno insegnato a non dare confidenza agli estranei,figuriamoci passare il Natale a casa loro, ma se l'alternativa è rimanere bloccate in una Waffle House con delle cheerleader non sarebbe una buona idea accettare?
Voto secondo racconto:♥ 1/2
Devo dire la verità: da John mi aspettavo un bel 5, non è stato così, ma il suo racconto è stato comunque una lettura molto piacevole e divertente, proprio nello stile di John.
I dipendenti della Waffle House in cui si era imbattuta Jubilee sono molto giovani e maschi. Maschi molto felici di avere così tante cheerleader sotto lo stesso tetto.
Perciò invitano i propri amici a raggiungerli, ma attenzione: pochi eletti potranno giocare a twister con loro, così Tobin, il Duca ( Angie) e JP affrontano le intemperie per cercare di arrivare primi.
La piccola avventura a Gracetown del trio di amici assumerà inaspettati tratti romantici proprio verso la fine.

Voto terzo racconto:
Il motivo per il quale questo racconto non mi ha entusiasmata più di tanto è la sua protagonista.
L'ho trovata irritante e ipocrita dall'inizio alla fine.
Siamo sempre a Gracetown dove ad Addie non importa nulla se non la relazione che ha appena mandato a rotoli, non importa sia stata colpa sua, non importa se sta per rovinare il Natale alle amiche, l'unica cosa che conta è lei.
Proprio un peccato che questo racconto mi sia piaciuto così poco; dal momento in cui Jubilee incontra quel ragazzo con il cuore a pezzi sul treno non vedevo l'ora di arrivare a questo racconto, volevo sapere che ne sarebbe stato di Jeb. Eppure è stato tutto un "Me, maiale, Charlie, Jeb, me me me me me", fortunatamente si tratta di poche pagine, o avrei lanciato dalla finestra Jubilee e Tobin per colpa di Addie.

Consigli per la lettura: davanti all'albero di Natale con una cioccolata calda e una coperta morbida.

Nessun commento:

Posta un commento