giovedì 28 gennaio 2016

Urla nel Silenzio - Recensione





Titolo: Urla nel silenzio

Autore: Angela Marsons
Editore: Newton Compton
Pagine: 370
Genere: thriller
Prezzo: 12,00 €

Trama

Cinque persone si trovano intorno a una fossa. A turno, ognuna di loro è costretta a scavare per dare sepoltura a un cadavere. Ma si tratta di una buca piccola: il corpo non è quello di un adulto. Una vita innocente è stata sacrificata per siglare un oscuro patto di sangue. E il segreto che lega i presenti è destinato a essere sepolto sotto terra. Anni dopo, la direttrice di una scuola viene brutalmente assassinata: è solo il primo di una serie di agghiaccianti delitti che terrorizzano la regione della Black Country, in Inghilterra. Il compito di seguire e fermare questa orribile scia di sangue viene affidato alla detective Kim Stone. Quando però nel corso delle indagini tornano alla luce anche i resti di un altro corpo sepolto molto tempo prima, Kim capisce che le radici del male vanno cercate nel passato e che per fermare il killer una volta per tutte dovrà confrontarsi con i propri demoni personali, che ha tenuto rinchiusi troppo a lungo…

Voto:♥   ♥   ♥   ♥   ♥


Recensione
Ultimamente leggo moltissimi thriller, sono troppo curiosa, perciò resto incollata al romanzo fino a che non ho più pagine da sfogliare. Anche questa volta la storia mi ha catturata sin dalle prime righe e mi ha conquistata sempre di più, fino a diventare ufficialmente il mio giallo preferito.
Da chi verrà scalzato dal podio? Se avete qualche thriller da consigliarmi, potete farlo qui sotto.
La protagonista è Kim Stone, giovane detective, caparbia, diretta, e non proprio estroversa, ma la verità è che dietro questa facciata da donna sicura, si nasconde una bambina terrorizzata, maltrattata e distrutta da un passato terribile.
Forse è proprio a causa di queste affinità che si incaponisce così tanto con il caso al centro del romanzo.

"Perché la passione che metto nel perseguire questo obiettivo è sicuramente superiore alle energie che gli servirebbero per sfuggirmi. Non mi fermerò finché non sarà punito per quello che ha fatto."

Sinceramente sono anni luce lontana da questa donna, quindi per questa volta non  mi sono immedesimata nemmeno un po', ma l'ho apprezzata con tutto il cuore, sapevo che ci sarebbe riuscita, sapevo che ci avrebbe provato con tutta se stessa.
D'altro canto sono molto più simile a Bryant che ha portato un po' di luce e dolcezza a questo romanzo cupo.
Trovo sempre difficile parlare di un romanzo a qualcuno che non l'ha ancora letto senza svelare troppo, a maggior ragione se si tratta di un thriller, ma questo, ragazzi, è uno spettacolo, vi basta sapere questo.
Ho trovato decisamente inquietanti e allo stesso tempo parecchio accattivanti le parti narrate dall'assassino, sono senza dubbio le più interessanti e spaventose. Siamo abituati a vedere con gli occhi del detective buono, che cerca di snodare tutti i nodi della grande tela del mistero, per una volta è stato bello essere un passo avanti al detective, essere nella testa di uno psicopatico.
Ho anche segnato con un piccolo post-it ognuna di queste pagine per farle leggere al mio ragazzo, amante del genere. Hanno un gran fascino, aumentano la curiosità del lettore che si ritrova a leggere e leggere ancora nella speranza di dare un volto a questo narratore.

"Urla nel silenzio" è un libro che si legge tutto d'un fiato, è scritto in modo semplice, la lettura infatti risulta scorrevole. Sono sicura che finirete in romanzo in una manciata di giorni.

Pensavo di aver scoperto il colpevole ed ero un po' delusa, preferisco l'effetto sorpresa, l'autrice mi ha anche trollata, facendomi credere per una frazione di secondo di averci preso e poi... BAM! Ho capito di essermi sbagliata ed ero senza parole perchè tra tutti i personaggi di cui ho dubitato, quello in particolare non era neanche entrato nella mia lista dei sospettati.
Non voglio dilungarmi oltre perchè finirei con il rovinarvi l'effetto sorpresa, ma mi raccomando: leggetelo.
Questo romanzo vi terrà lì incollati fino all'ultimo e poi dovrete per forza venire qui a parlarne con me. Ci state?

PS. Vorrei ringraziare infinitamente la Newton per avermi inviato la copia del romanzo. Come potete vedere l'ho apprezzato tantissimo.

-Jessie

4 commenti:

  1. Ciao Jessie!
    Questo thriller sembra davvero interessantissimo, si vede quanto ti ha coinvolta dalla recensione, e sei riuscita ad incuriosirmi molto! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta! Provalo e fammi sapere =)

      Elimina
  2. Che dire? Ci sei riuscita, la mia WL si allungherà ancora un po' grazie alla tua recensione! ahahah
    No seriamente, mi hai fatto venire troppa voglia di leggerlo! ** E quando lo farò, tornerò qui a dirti cosa ne penso, promesso! xD

    Un bacio,
    Alba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero felicissima =) Non vedo l'ora di sapere che ne pensi <3

      Elimina