martedì 19 aprile 2016

28 curiosità su Harry Potter


Ciao a tutti!

Ultimamente sono molto impegnata, ma ho pensato di proporvi 28 curiosità sui film e i libri di Harry Potter. Fatemi sapere se le conoscevate già o se vi hanno stupito.










  • Daniel Radcliffe, l'interprete di Harry Potter, durante le riprese dei film ha inforcato ben 160 diversi paia di occhiali! Durante le riprese del primo film, Daniel ha sofferto, addirittura, di allergia agli occhiali! 



  • Prima di essere scelta per interpretare Emma Watson, ha dovuto sostenere ben 8 audizioniRupert Grint che all'epoca del film aveva 10 anni, convinse invece i produttori mostrando un video fatto in casa, in cui si esibiva in un buffissimo rap. Tom Felton aveva sostenuto il provino sia per il ruolo di Harry Potter siamper quello di Ron Weasley. Si era presentato senza aver mai letto una pagina della saga e quando gli fu chiesto quale fosse la sua parte preferita si arrampicò sugli specchi dicendo che era la stessa del ragazzo prima di lui
  •  La cicatrice a forma di saetta è stata applicata con il trucco ben 5.800 volte, di cui solo 2.000 sulla fronte di Daniel (le altre 3.000 volte è stata messa sulle controfigure o sugli stuntman).


  • Le bacchette di Harrysono state ben 70, le bacchette usate sul set da Daniel Radcliffe: l'attore, nelle pause di lavoro si dilettava con loro a suonare la batteria. E le rompeva.


  • Nei titoli di coda di Harry Potter e il Calice di Fuoco (2005), si legge la scritta: nessun drago è stato maltrattato durante la produzione di questo film.


  •  Sono stati 250 gli animali impiegati nei film della saga (a parte gli insetti). Per la lezione di trasfigurazione della professoressa McGranitt sono stati usati 60 animali. L'ippopotamo è stato l'animale più grande presente in scena e un centopiedi il più piccolo. Le creature magiche inventate per i film sono state, invece 200.


  •  Per la scalinata di marmo sono stati creati apposta 250 dipinti tra cui i ritratti dei produttori dei film, David Heyman e David Barron.


  •  Alfonso Cuarón, regista del terzo film, chiese a Emma Watson, Daniel Radcliffe e Rupert Grint di scrivere un tema sui loro personaggi. Emma scrisse un saggio di sedici pagine, Dan una schematica paginetta, e Rupert non consegnò nemmeno una riga.


  • l personaggio di Gilderoy Allock, il professore insopportabilmente vanitoro e protagonista de "La Camera dei Segreti", è stato ispirato da qualcuno che la Rowling conosce nella vita reale. Le voci dominanti sono quelle che individuano il personaggio di Gilderoy nell’ex marito della scrittrice, sebbene lei abbia sempre negato. “Aveva l’abitudine di raccontare enorme grandi frottole sulla sua vita passata, tutto progettato per dimostrare che persona meravigliosa, coraggiosa e brillante fosse. Probabilmente ora è là fuori a dire a tutti che ha ispirato il personaggio di Albus Silente. O che ha scritto lui i libri permettendomi di dire che l’ho fatto io solo per gentilezza“, ha dichiarato in precedenza la scrittrice, dando così adito alle voci.

  • Fred e George sono nati il primo aprile

  • L'autrice non voleva presentare il libro con il suo nome, perché pensava che nessuno avrebbe comprato un libro scritto da una donna. Perciò inizialmente lo presentò alla casa editrice con il nome J. Rowling, ma le fu chiesto di aggiungere un'altra lettera. Cosi' decise di aggiungere la K di Kathleen, nome della nonna


  • L'unico capitolo scritto tutto d'un fiato e poi mai modificato è quello in cui Harry impara a volare. La Rowling lo scrisse una sera in un caffè dopo che sua figlia si era addormentata. 


  • La Rowling fa di Harry un ragazzo molto ricco perchè in quel periodo aveva difficoltà economiche e proietta nel ragazzo i suoi desideri.


  • Mentre scriveva "La Camera dei Segreti", le vendite del primo libro si impennarono e la Rowling ebbe un blocco a metà della stesura, perché pensava di non poter ripetere l'impresa.


  • "Il prigioniero di Azkaban" è il libro che la Rowling ha scritto in meno tempo: solo un anno.


  • La Rowling ha trovato particolarmente piacevole scrivere questo libro per la presenza di uno dei suoi personaggi preferiti, Remus Lupin, considerato da lei ''insegnante perfetto''.


  • L'autrice ha riscritto il nono capitolo ''Il marchio nero'' de "Il Calice di fuoco" per ben 13 volte, tanto da ribattezzarlo: il capitolo ''infausto''.


  • Durante la cerimonia dello smistamento viene citata Natalie McDonald, una nuova Grifondoro. Questo è un omaggio fatto ad una bambina, omonima, morta di leucemia, che aveva espresso il desiderio prima di morire di apparire nei libri di Harry Potter.


  • La scelta di far morire Sirius è stata difficile per la Rowling, ma secondo lei era dovuta: infatti Harry deve proseguire da solo la propria missione e un padrino sarebbe stato un sostegno troppo grande.


  • Dopo aver scritto la morte di Sirius la Rowling ha ammesso di aver pianto, anche perché poco prima, navigando in Internet, aveva trovato molti fansite, dedicati a lui.


  • Dopo aver filmato i 40 gatti nell’ufficio di Dolores Umbridge, gli animali sono stati affidati a nuovi proprietari, ignari della loro fama

  • Sono stati realizzati 250 calchi dei corpi di attori per morti, pietrificazioni e schiantesimi.

  • Sul set è stato presente un dentista per le tante scene di massa con i ragazzi, pronto a rimettere a posto denti che traballavano e cadevano e assicurare la continuità delle scene in cui si vedevano denti finti.

  • Il giorno della pubblicazione di «Harry Potter e il prigioniero di Azkaban» è stato chiesto alle librerie inglesi di non vendere il libro ai bambini prima che la scuola per quel giorno fosse finita. Per evitare che tutti marinassero le lezioni.

  • Il primo film di Harry Potter sembrava dovesse essere diretto da Steven Spielberg. Le prime due pellicole sono state realizzate invece da Chris Columbus, il regista di «Mrs. Doubtfire».

  • Prima della sua pubblicazione, altre 20 case editrici hanno rifiutato di mettere in stampa il libro rivelatosi poi una miniera d'oro.

  • Il personaggio di Mirtilla Malcontenta è stato interpretato da un'attrice (Shirley Henderson) che ai tempi delle riprese aveva 37 anni.

  • "Harry Potter e i doni della morte"ha venduto 8,3 milioni di copie in soli 24 ore. In molti posti nel mondo, aperture notturne hanno anticipato la vendita del libro così tanto atteso.

Nessun commento:

Posta un commento