lunedì 1 agosto 2016

Enchanted - Heather Dixon / Recensione

Buongiorno personcine!
Settimana scorsa ho pubblicato pochissimi post perchè ero in dolce compagnia, ma questa settimana intendo farmi perdonare.



Voto:♥   ♥   ♥

Trama

 A sedici anni, Azalea Wentworth, erede al trono del lontano regno di Eathesbury, sta per realizzare il suo sogno: feste sfavillanti e incontri con ammiratori segreti da raccontare in chiacchiere sussurrate fino all'alba con le sorelle. Ma improvvisamente tutto cambia: sua madre muore e il lutto strettissimo imposto dalla corte le vieta per un anno qualsiasi divertimento. Compresa la danza, la sua più grande passione. Azalea si trova così in trappola fra le mura del suo stesso castello. Una notte, però, la ragazza scopre un passaggio segreto che la conduce nello straordinario mondo del Custode, un uomo affascinante quanto misterioso. Un uomo che sembra capirla meglio di chiunque altro.
Perché anche lui è in trappola, prigioniero da molti secoli nel palazzo. Inaspettatamente il Custode le porge un invito: le chiede di tornare a trovarlo ogni notte e di accompagnarlo al ballo più sontuoso che lei abbia mai visto.
Così, da quella notte in poi, Azalea e le sue sorelle varcano il passaggio segreto e attraversano un bosco d'argento per raggiungere un padiglione incantato e danzare. Ma tutto ha un prezzo, anche la più seducente delle magie. Perché al Custode piace custodire le cose. E Azalea non si accorgerà di essere caduta in una rete mortale finché non sarà troppo tardi...

Recensione
Azalea è una principessa, l'erede al trono, e sta per raggiungere un'età che non le porterà solo più responsabilità, ma le aprirà anche le porte a balli, banchetti ed eventi mondani a cui non aveva mai potuto partecipare.
Una tragedia però si abbatte sulla famiglia reale: la regina muore dando alla luce la dodicesima figlia e le sue figlie sono costrette ad affrontare un lungo anno di lutto in cui ogni divertimento sarà loro vietato.
Le dodici fanciulle potranno vestire solo di nero, non potranno uscire dal castello, dovranno rinunciare a quasi tutti i beni materiali e pesanti tendoni ricopriranno le finestre per tutta la durata del lutto. Ma quello che mancherà di più alle principesse è la danza, tanto amata dalla defunta madre e il bisogno più grande delle principesse.
Una sera però, le dodici sorelle attraversano un passaggio segreto giungendo infine in un luogo meraviglioso: un locus amoenus custodito da un uomo misterioso e affascinante che offre loro di tornare ogni notte per danzare liberamente.
Il Re, intanto, soffre disperatamente la dipartita della moglie, si chiude in se stesso trascurando e trattando con estrema freddezza le figlie. Insospettito dalle scarpette consunte, il Re indice un bando affinchè qualcuno scopra il luogo in cui le principesse si recano a ballare ogni notte, il vincitore potrebbe diventare il marito di Azalea e di conseguenza il futuro Re.
Ma siamo sicuri che il locus amoenus non sia in realtà un locus horridus?

Parto con il dire che questo romanzo mi è piaciuto molto. L'ho preso a scatola chiusa e sinceramente non conoscevo nemmeno la fiaba da cui è tratto, mi ricordava solo "Barbie e le dodici principesse danzanti".
Ad essere in primo piano è sicuramente il fortissimo legame tra le sorelle e il loro amore per la danza. Ogni movimento viene descritto minuziosamente, tanto che,  mentre leggevo, riuscivo perfettamente ad immaginare le principesse mentre ballavano davanti a me.
Non mi aspettavo nemmeno che tutte e dodici venissero descritte accuratamente, in realtà l'autrice è riuscita a stupirmi dato che ognuna di loro è ben caratterizzata.
Mi è piaciuto il modo in cui il rapporto tra il Re e le sue figlie si evolve lentamente, ma se devo dire la verità, quello che mi ha incuriosita maggiormente è il Custode.
Il momento in cui il romanzo prende una piega più dark è il mio preferito. Da una fiaba ( a parte quelle originali) non ci si aspetta qualcosa di estremamente cupo, quindi  sono stata rapita da queste parti e non vedevo l'ora di scoprire fino a dove si sarebbe spinto il Custode.
Non è un libro assolutamente imperdibile, ma se vi piacciono i retelling questo è davvero carino, scorrevole e consigliatissimo.

2 commenti:

  1. Lo ho in wishlist da parecchio, ma non mi convince più di tanto! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto carino, ma per me si vive anche senza ahahaha

      Elimina