martedì 31 gennaio 2017

Fallen - Recensione film

Buongiorno personcine!








Come già saprete sono una fan della saga di Fallen da circa 6 anni, ho letto i libri che mi hanno tenuto compagnia per tutte le superiori, mi sono innamorata di Cam e ho fatto il tifo per Luce e Daniel.
Aspettavo questo film dal primo momento in cui ho iniziato a leggere Fallen e dopo tutti questi anni e mille peripezie sono riuscita a vederlo. Tutto molto bello, se non fosse che sono piuttosto perplessa.

Ma partiamo dal principio, perché potrebbe arrivare qui anche qualcuno che di Fallen non sa proprio nulla.
In seguito ad un terribile incidente la diciassettenne Lucinda  Price viene portata in un istituto correzionale per adolescenti problematici. Lei è studiosa, educata e calma, decisamente fuori posto in mezzo a tanti piccoli delinquenti. C'è un gruppetto, però, che la incuriosisce più del dovuto. Uno di loro, Daniel, la evita senza nessuna ragione apparente, ma lei sente di conoscerlo.
La verità è che Daniel è un angelo caduto e lui e Lucinda si amano da migliaia di anni, ma una terribile maledizione impedisce loro di stare insieme.

Stiamo parlando della serie più romantica che io abbia mai letto. Ogni riga, ogni parola parla d'amore e da romanticona quale sono mi è piaciuta tanto.
Io però non so come parlarvi di questo film.
Avevo proprio perso le speranze per questo film, quindi sarei stata felice di vedere anche mezza scena e se dovessi scegliere tra questo e niente ovviamente sceglierei questo, ci sono delle cose carine e che possono piacere al lettore, ma io vi devo anche parlare in modo oggettivo, con l'occhio di qualcuno che parla di film anche ai non fans della serie, e lì viene il peggio.
Questo non è un film da cinema. Ci sono i film brutti e ci sono film non da cinema. Avrei accettato un film del genere in televisione, ma questa pellicola non piacerà al pubblico del cinema.
Sapevo del budget ridicolo e avrei accettato brutti effetti speciali, io queste cose le so e le prendo in considerazione, ma pensate davvero che allo spettatore medio interessino i retroscena? No, vuole solo trovarsi un film da cinema. Non per forza bello, lì subentrano i gusti personali, ma confezionato decentemente.
Come dicevo mi aspettavo effetti speciali degni di OUAT e una storia carina, invece il problema è stata proprio la scrittura.
Prima di tutto un non lettore non ha gli strumenti necessari a capire la storia, ci sono moltissimi buchi narrativi che ho dovuto spiegare al mio ragazzo perché effettivamente non aveva modo di capire nulla.
Un'accozzaglia di scene spesso scollegate e con poco senso, un abuso sconsiderato di inquadrature sfocate per creare forse un senso di confusione (spesso ingiustificata). Va bene una, va bene due o tre ma basta, vi prego!
In tantissimi punti si è cercato di imitare Twilight e lo si nota praticamente subito. Ora, i film di Twilight sono lontani dall'essere dei capolavori, ma sono sicuramente più riusciti rispetto a questo film. E anche loro all'inizio non avevano un centesimo.
Come vi ho già detto Lucinda e Daniel sono l'amore epico di Fallen, nei libri non mi è mai saltato in testa di shipparla con Cam perchè Daniel è sempre stato l'unica alternativa. Ecco, nel film è più shippabile con Cam.

 Lucinda e Daniel si guardano. Si guardano tanto. In silenzio.

A volte Daniel fa la parte del lunatico che prima ti saluta e poi sembra ti voglia ammazzare e sta lì silenzioso, incappucciato con l'aria da stalker. Il Daniel dei libri ha un'altra classe!
Con Cam c'è da subito un gioco di sguardi, si vedono spesso, le fa dei regali, la bacia, la porta in giro, ma soprattutto le parla.
Daniel e Lucinda si parlano sì e no 5 volte per 2 minuti e così all'improvviso ti piazzano davanti l'amore epico. Anche se si sono parlati 5 volte tu dovrai farteli andare bene perché loro si amano da morire. Così tanto da sfidare Dio, Lucifero e persino la morte. Ah sì?
E dove mi avete fatto vedere questo amore? In un flashback (ripetuto 1800 volte per risparmiare sulle scene) in cui lui le dice molto blandamente "ti amo"?
Andiamo, questo grande amore io nel film non l'ho visto.
L'unico briciolo di vita, passione o sentimento l'ho visto nel duello alla lezione di scherma. Lì mi sono piaciuti alla grande, ma si sono persi per strada.
Il mio personaggio femminile preferito nei libri è Arianne. Piace anche a voi? Ecco, scordatevela. Gli unici che contano in questo film sono Luce, Daniel e Cam più Penn. Il gruppetto angelico è completamente inutile e messo da parte, il mio ragazzo non si ricordava quasi della loro esistenza.
Passando alla parte peggiore devo parlarvi della seconda parte. La prima è sempre di assestamento, devono spiegarti il mondo in cui ti stanno portando, devono farti conoscere i personaggi, ma nella seconda deve succedere qualcosa. Fallen non è un libro particolarmente movimentato, ma al cinema devi proporre qualcosa di diverso.
Tutto troppo frettoloso e anche le uniche due parti movimentate del libro sono state tagliate e ridotte a quasi una barzelletta nel film.
I fan dei libri mi capiranno quando dirò che nella scena con Miss Sophia io ho riso. Ma cosa dovrebbe essere? Era quella la scena movimentata? Ma perché? Non potevate allungarla di altri dieci minuti? Costava troppo l'attrice?
Il il film finisce così, di netto, quando senti  dentro che c'è ancora tanto da dire. Finisce senza lasciarti la curiosità per il secondo capitolo perché ti sembra di essere ancora a metà film. Quello non è un finale, perché il film deve ancora quasi iniziare.
Qual è il problema di Fallen? Il problema è che non succede niente.
I quattro gatti che erano in sala a fine film si sono solo lamentati, un po' perché mi trovavo vicino a diversi ragazzetti medi che cercano sempre di affermare la propria virilità urlando a gran voce quanto abbia fatto schifo il film (amici, potete anche non urlarmi nell'orecchio) e un po' perché non avevano tutti i torti. 9 € per uno spettacolo con così tanti difetti quando nella sala accanto c'è un film come La la land sono un po' troppi.
Non mi aspettavo un gran film, ma con pochissimi sforzi si poteva ottenere qualcosa di carino. l'80% dei problemi di questo film sono da imputare alla scrittura e alle scelte del regista.
Io non sono una precisina che si lamenta per la maglietta di un colore diverso da quello del libro e avrei accettato di buon grado dei cambiamenti significativi se questo avesse significato salvare il film.
Non vi dico di non guardarlo, io sono contenta di averlo visto, ma fatelo con consapevolezza.
Evito di scendere ulteriormente nei dettagli perché preferirei non spoilerare nulla, quindi vi saluto e aspetto le vostre opinioni!
Bacini <3

1 commento:

  1. mm vediamo a me il film non è super piaciuto, più che altro perchè hanno preso degli attori troppo grandi per i loro ruoli.
    Però non ho ancora letto i libri quindi non posso dire se sono fedeli, mi affido al tuo giudizio per quello

    RispondiElimina