martedì 24 gennaio 2017

Passengers - Movies

Buongiorno personcine!
Oggi parliamo di un film che volevo vedere da quando è uscito il trailer e per il quale ho approfittato dell'offerta di The Space pagando solo 2 € il biglietto.

Related image


Voto: ♥   ♥   ♥   




La Starship Avalon è in viaggio verso una nuova colonia. L'arrivo è previsto 120 anni dopo la partenza della nave spaziale dalla Terra da cui si sono imbarcati 5.000 individui in cerca di fama, di avventura e nella speranza di potersi rifare una vita.
I numerosi test hanno scansato ogni ipotesi di malfunzionamenti, ma qualcosa è andato storto.
Tutti i passeggeri sono stati ibernati per evitare l'invecchiamento durante i 120 anni di viaggio, le capsule sono state programmate per aprirsi qualche mese prima dell'atterraggio, giusto il tempo di godersi una vacanza sulla lussuosissima nave. 
Purtroppo però, i guasti non sono poi così improbabili. La capsula di Jim Preston si apre 90 anni prima del previsto e così il povero meccanico si ritrova a vagare solo per la nave per più di un anno.
La solitudine lo spinge quasi alla pazzia, perciò decide di fare qualcosa contro qualsiasi morale. E così anche Aurora si risveglia.


Non sapevo esattamente cosa aspettarmi da questo film e proprio il giorno in cui mi sono recata al cinema avevo letto una critica molto negativa su facebook. Io l'ho amato.
Non sono una grande fan dei film nello spazio, ma questo è totalmente diverso. Più che di fantascienza qui si parla di una love story, lo spazio e i robot sono solo la trama di contorno. Gli attori mi sono piaciuti moltissimo, non è la prima volta che li vedo recitare ovviamente, quindi sapevo già che mi sarebbero piaciuti. 
C'è una scena in particolare che mi ha colpita. Jim è solo sulla nave da quasi un anno, la solitudine lo sta divorando e quando si trova davanti ad una tuta spaziale cerca un contatto come se si trattasse di un altro essere umano. Chris Pratt è stato incredibile perché solo con lo sguardo è riuscito a trasmettermi una tristezza e una solitudine incredibile. Ho quasi pianto in quei secondi.
Se si parla di una love story è importante che i due protagonisti lavorino bene insieme sullo schermo, giusto?




Fortunatamente Jennifer e Chris hanno una gran chimica, quindi possiamo considerarli un'accoppiata vincente, la scena del tavolo verrà condivisa sulla mia pagina per sempre.



Ho avuto il cuore in gola per tutto il film, per il loro destino in quanto persone sulla nave e in quanto coppia. Il film è volato via, non è per niente lento o noioso, ma appassionante dall'inizio alla fine.
Persino alcune scelte ovvie non mi sono pesate perché, come dico sempre, non disdegno mai un buon cliché se ben inserito.
Nonostante io lo abbia visto solo due settimane fa, lo rivedrei volentieri, quindi assolutamente approvato. Da vedere!

Qualcuno di voi lo ha già visto?
Vi ricordo che è candidato all'Oscar per la migliore scenografia e la migliore colonna sonora.

Bacini


Nessun commento:

Posta un commento