giovedì 23 marzo 2017

"L'universo nei tuoi occhi" di Jennifer Niven - Recensione

Image result for l universo nei tuoi occhi


Voto: ♥   ♥   ♥ 1/3


Trama

Affascinante. Divertente. Distaccato. Ecco le tre parole d’ordine di Jack Masselin, diciassette anni e un segreto ben custodito: Jack non riesce a riconoscere il volto delle persone. Nemmeno quello dei suoi genitori, o quello dei suoi fratelli. Per questo si è dovuto impegnare molto per diventare Mister Popolarità. Si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. E finora è riuscito a cavarsela. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per poter essere accettata dai suoi compagni di scuola. Un giorno, per non sfigurare davanti agli amici, Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due caratteri più diversi dei loro. Eppure… più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera.


 Recensione

Finalmente, ragazzi! Questo romanzo è nella mia whishlist da prima che venisse pubblicato in lingua originale. Avendo amato "Raccontami di un giorno perfetto" non potevo non leggere l'ultimo romanzo della dolcissima Jennifer Niven, quindi eccomi qui per parlarvene.
Parto con il dirvi che il romanzo mi è piaciuto molto, è scorrevole e  semplice come mi aspettavo, perché ormai ho capito che Jennifer Niven mi sa prendere.
Jack è un ragazzo popolare, ma ha un segreto: è affetto da prosopagnosia, un disturbo che non permette di riconoscere i volti delle persone, nemmeno quelli dei propri cari.
 Libby invece deve riaffrontare il ritorno a scuola. La ragazza è famosa per essere stata l'adolescente più grassa d'America e nonostante abbia perso peso, è ancora presa di mira dai bulletti di turno. Un giorno Jack si ritrova a fare un brutto scherzo a Libby per non sfigurare di fronte agli amici, ma la ragazza non si fa spaventare facilmente e per qualche strana ragione tra i due nasce qualcosa.
Bello  bello bello!
Ho solo una piccola critica. All'inizio non ci avevo fatto troppo caso, ma parlandone con un'amica è saltato fuori. Jack afferma di soffrire di prosopagnosia, ma effettivamente nessuno gli ha mai diagnosticato questa malattia. Visto che il romanzo è destinato ad un pubblico di adolescenti forse non è una buona idea "promuovere" l'autodiagnosi su Google. Nel corso della storia Jack si farà visitare e gli verrà diagnosticata realmente questa malattia, ma sinceramente capisco poco anche il suo voler tenere segreto il disturbo. Lo avrebbero preso in giro? Forse sì, ma mi sembra assurdo voler tenere all'oscuro anche i genitori.
Ora che ho terminato le mie critiche possiamo passare alle cose positive. Prima tra tutte Libby.
Libby è tutto quello che non mi aspettavo. Mi aspettavo una ragazza molto fragile, una vittima e invece mi sono trovata davanti a una forza della natura. Chiariamoci, non è indistruttibile, Libby soffre per tutte le prese in giro e le cattiverie che deve affrontare, ma non si lascia abbattere. Questa ragazza dopo un passato non proprio facile è riuscita a rialzarsi, è riuscita ad imparare a sentirsi a suo agio con il suo corpo, ed è in grado di rimettere a posto i bulletti di turno che cercano di darle il tormento. Meravigliosa. 
Libby sogna di fare la ballerina e nonostante tutto e tutti sembrano suggerirle che non è la strada giusta per una ragazza del suo peso, lei non smette di sognare e di impegnarsi affinché il suo sogno si realizzi.
Jack e Libby insieme mi sono piaciuti, sono divertenti, forse proprio per merito di Libby che spazza via tutte le certezze di Jack. Pieno zeppo di botta e risposta esilaranti che vi faranno tifare sempre di più per questa coppia.
Jennifer Niven questa volta ha voluto parlare di bullismo  mostrandoci anche la cattiveria di alcuni adolescenti, ma soprattutto mettendo al centro di tutto una ragazza che non si fa maltrattare senza rispondere e che cerca di promuovere un messaggio positivo: amate voi stessi.
Quindi correte a leggere il romanzo perché sono sicura vi piacerà!

Bacini!

2 commenti:

  1. Questo romanzo è in lettura proprio in questo momento,ma credo che il non voler far sapere della sua malattia da parte di Jack sia una scelta fatta appositamente dall'autrice per differenziare i due personaggi principali.Io sono quasi alla fine e non vedo l'ora di scoprire il finale che questa volta ci ha riservato la Niven *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo solo ora il tuo commento. Finito? Commento finale? =)

      Elimina