martedì 25 aprile 2017

"Emma, il fauno e il libro dimenticato": Emma e Fanny Price - Blogtour

Buongiorno lettori!
Oggi siamo qui per la seconda tappa del #iocomeJaneAusten Party pensato per farvi conoscere il nuovissimo libro di Giunti "Emma, il fauno e il libro dimenticato" ispirato dalla nostra amatissima Jane Austen.





Trama

Nella vecchia biblioteca del collegio, Emma scopre un manoscritto con uno straordinario potere: tutto ciò che viene scritto nelle sue pagine diventa realtà! Emma inizia subito ad annotare i suoi desideri ma non sempre le cose vanno per il verso giusto... Inoltre, nelle pagine del libro, Emma legge le parole di una ragazza misteriosamente scomparsa quattro anni prima. Gli avvenimenti provocati dalla sua penna si intrecciano con la ricerca della ragazza scomparsa, in un susseguirsi di colpi di scena, innamoramenti, amicizie e avventure. Un romanzo divertente, storia d'amore e racconto fantasy, che si legge tutto d'un fiato. Una versione moderna di ''Emma'', l'indimenticabile eroina di Jane Austen, un omaggio dal linguaggio fresco e contemporaneo che catturerà l'attenzione delle giovani donne di oggi.


Recensione

Emma ha sedici anni e frequenta l'antichissimo collegio Stolzenburg insieme alle amiche Hanna e Charlotte . Presa dalla noia decide di fondare un club del libro (in cui non si legge un libro nemmeno per sbaglio), ma un club esclusivo ha bisogno di un luogo di ritrovo e sistemando la vecchia biblioteca per adattarla alle loro esigenze  le tre amiche trovano un libro molto particolare. Da quel momento in poi si mettono in moto una serie di cambiamenti per la nostra eroina.
Il collegio è in subbuglio per l'arrivo di due ragazzi, Toby e Darcy, molto belli, ricchi e forse un po' troppo arroganti. Fin dal loro primo incontro Darcy ed Emma non fanno altro che scontrarsi, sembra che i due non riescano proprio a starsi vicini senza litigare, ma sapete come si dice: " l'amore non è bello se non è litigarello".
Gli intrecci amorosi però fanno solo da contorno ad una trama fitta e inquietante. Ben presto Emma scoprirà che il libro ritrovato non è come tutti gli altri, tutto ciò che viene scritto sulle sue pagine si avvera, anche se il più delle volte in modi imprevedibili e disastrosi. Emma capisce che se la magia del libro è reale, è possibile sia così anche per tutto il resto. Sul castello aleggiano numerosissime leggende  su fauni, fate e ragazze misteriosamente scomparse. Riuscirà Emma a scoprire la verità? E soprattutto riuscirà a gestire l'enorme potere del libro?

Io sono chiaramente fuori target per questo romanzo, e devo ammettere di aver sorriso e alzato gli occhi al cielo più di una volta per l'ingenuità e l'infantilità dei personaggi, però quello a cui dovrei pensare è "Potrebbe piacere a una ragazzina?" e la risposta per me è sì, è possibile. La seconda parte è sicuramente quella che mi è piaciuta di più perché la trama si infittisce e si fa anche leggermente più cupa. Ero curiosissima di scoprire la verità e l'autrice è riuscita a sorprendermi, mi aspettavo qualcosa di completamente diverso. 



Image result for mansfield park

Ma come dicevo prima queste recensioni si concentrano sul collegamento con Jane Austen. I riferimenti sono numerosi, a partire dai nomi dei personaggi. E in più un romanzo che comincia  con "È una verità universalmente riconosciuta che non c’è niente di più bello che arrivare a casa dopo una lunga assenza. " non può che essere un omaggio alla nostra autrice del cuore.
Io oggi vi dovrei parlare di Fanny e Emma, ma la verità è che non si somigliano per niente.
Emma ha tantissimo di Elizabeth e molto poco di Fanny.
Chi di voi ha letto Mansfield Park saprà che Fanny Price è probabilmente la meno amata tra le eroine della Austen, fragile, passiva, timida e riservata, un personaggio che spesso si fa rubare la scena dell'antagonista. Emma d'altra parte è energica, loquace, forse troppo "aggressiva" e bacchettona, quasi insopportabile. Però ho voluto riflettere attentamente per trovare un collegamento tra le due e infine l'ho trovato. 
Emma e Fanny hanno in comune la ferrea morale che le spinge a rifiutare un uomo che non merita la loro stima e il loro amore. La parte in cui ho apprezzato di più Fanny è proprio quella in cui rifiuta più volte di sposare Henry ed Emma rifiuta, sebbene solo in un primo momento, le avances di Darcy perché lo reputa un viziatello arrogante e prepotente. Però devo ammettere che la  sfuriata di Emma mi ha ricordato molto di più quella di Elizabeth in seguito alla proposta di matrimonio di Darcy. E la storia tra i due protagonisti di questo romanzo è iniziata come quella dell'iconica coppia della Austen, con due persone accecate dall'orgoglio e dai pregiudizi.



La mia tappa si conclude qui, ma il viaggio continua!
Non dimenticatevi di seguire il blogtour per scoprire le somiglianze tra Emma e le altre eroine Austeniane.


Non vedete l'ora di leggere il romanzo? Noi abbiamo una copia del libro che cerca casa. Il regolamento è semplicissimo, dovete solo compilare il form sottostante.
a Rafflecopter giveaway

9 commenti:

  1. Sto adorano questo blogtour e soprattutto questa comparazione con i personaggi della Austen, autrice che amo alla follia ♡
    Quest'opera mi manca ancora da leggere e spero di riuscire a recuperarla in fretta ♡

    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Facebook: Rosy Palazzo
    Ho compilato il form ;-)

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=874102566074809&id=100004252210765

    Grazie mille per l'opportunità ♡

    RispondiElimina
  2. Partecipo, che dire? Anche quest tappa è bellissima e molto interessante *_*
    Link di condivisione: https://www.facebook.com/chiara.fornasiero.3/posts/1659116910783539?pnref=story

    RispondiElimina
  3. bella la tua recensione mi è piaciuta! grazie
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it
    ;)

    RispondiElimina
  4. Non ho letto Mansfield Park ma da come dici la protagonista è una lagna!!! Non amo molto le protagoniste fragili e passive, se poi l'antagonista è più protagonista di lei... penso che salterò questo romanzo della Austen...
    nicolettamarasca88@gmail.com

    RispondiElimina
  5. Della Austen non ho letto Mansfield credo proprio che provvederò al più presto
    Grazie per questa tappa
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
  6. Bella tappa!ho letto tutti i libri della Austen e li adoro tutti quanti...questo blogtour è sempre più interessante!
    pleadi@inwind.it

    RispondiElimina
  7. Ci sono rimasta quando dici che sei fuori target per questo libro perchè io probabilmente sono assai più grande di te e fino ad ora non avevo capito che fosse una lettura per adolescenti.

    RispondiElimina
  8. Bella recensione,l'ho letta con piacere!
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
  9. Splendida recensione! :)
    venera.lowe@gmail.com

    RispondiElimina