martedì 9 maggio 2017

"Ho il tuo numero" di Sophie Kinsella - Recensione

Image result for ho il tuo numero

Voto:

Trama

Cosa accade se ti scippano il telefonino e tutta la tua vita è lì dentro? Ti senti persa, naturalmente. È quello che capita a Poppy, una scombinata fisioterapista prossima alle nozze con un affascinante docente universitario. Proprio quando il telefono le serve per una faccenda a dir poco urgente! Perché tra le altre cose, nel bel mezzo di una festa con le amiche ha appena perso il suo prezioso anello di fidanzamento, uno smeraldo come non ne ha mai visti nella sua intera esistenza. Poppy è nel panico, e mentre cerca affannosamente l'anello perduto cosa vede in un cestino dei rifiuti? Un cellulare nuovo di zecca che sembra aspettare proprio lei. È un attimo. Ed è suo. Non può permettersi il lusso di rimanere scollegata, non in questo momento. Ma di chi è quel telefono? E a cosa si riferiscono gli strani messaggi che riceve? Poppy non ha il tempo di farsi troppe domande. Ha un anello da ritrovare, un matrimonio da organizzare e qualche cosuccia in sospeso con i suoi futuri suoceri. Ma non sa che quel telefono e lo sconosciuto con cui si troverà a condividerlo le metteranno a soqquadro la vita...



Recensione



Poppy è nel panico. Non solo ha perso l'antichissimo e costosissimo anello di fidanzamento regalatole dal fidanzato, ma le hanno anche rubato il cellulare, cioè l'unica speranza che aveva di ritrovare l'anello perduto.
Nella disperazione più totale Poppy scorge un cellulare in un cestino dei rifiuti e com'è che si dice? "Se lo trovi nella spazzatura è..."o forse no, ma Poppy è disposta a tutto pur di ritrovare l'anello, quindi si impossessa del cellulare. Presto Poppy scoprirà che il telefono apparteneva all'ex assistente di un impegnatissimo uomo d'affari che pretende di riavere il telefono di proprietà della società. La protagonista riesce però a convincerlo a stipulare un patto: Sam le lascerà tenere il cellulare fino al ritrovamento dell'anello e in cambio lei gli inoltrerà tutte le sue mail senza nemmeno leggerle. In un cellulare ormai è contenuta tutta la vita di una persona, quindi chi riuscirebbe, avendo libero accesso al cellulare, a resistere e a non dare nemmeno una sbirciatina? In men che non si dica le vite di Poppy e Sam si incroceranno rendendo il tutto ancora più complicato.
Quanto mi è piaciuto! Non è il mio preferito in assoluto della Kinsella, ma mi ha divertita e mi ha intrattenuta moltissimo.
Poppy e Sam non potrebbero essere più diversi. Lui sicuro di sè e fin troppo impegnato, lei eterna insicura con il terrore di non piacere alla gente. Quando due persone così diverse si ritrovano a condividere lo stesso telefono non può finire bene. O forse sì?
Una parte che mi ha divertita moltissimo è quella in cui Poppy fa il danno più grosso. Sam è impegnato ed è costretto a stabilire le priorità, le sue mail sono solitamente composte da due sillabe e la firma e spesso evita di rispondere. Poppy è il tipo di persona che risponderebbe anche alle pubblicità e alla fine di una sua mail o di un suo messaggio non manca mai due righe di XXXXXXXXXX (molti baci). Poppy vuole solo essere gentile e migliorare l'immagine di Sam, perciò comincia a rispondere con estrema gentilezza a tutte le mail, così il povero e impegnatissimo uomo d'affari si ritrova iscritto a spedizioni in Guatemala e maratone di beneficenza. Mi è piaciuta moltissimo anche la vicenda "amorosa" e ho odiato con tutto il cuore un personaggio. Terribile. Evito di dirvi altro per non rovinarvi la sorpresa, ma come al solito consiglio questo libro a tutti. Sophie Kinsella per me è una garanzia, i suoi romanzi sono sempre freschi, reali e frizzanti e ogni dramma è alleggerito da un tocco di ironia. Qui potete leggere l'intervista a Sophie Kinsella.

A presto! <3

Nessun commento:

Posta un commento