lunedì 8 maggio 2017

"The Tower" di Katharine McGee - Recensione

Data di uscita: 9 Maggio




Voto:❤ ❤ ❤ 

Trama


Manhattan, 2118. New York è diventata una torre di mille piani, ma le persone non sono cambiate: tutti vogliono qualcosa, e tutti hanno qualcosa da perdere.
La spregiudicata Leda, che brama una droga che non avrebbe mai dovuto provare e un ragazzo che non avrebbe mai dovuto toccare.
La viziata Eris, che dopo aver perso tutto in un istante vuole risalire, ma presto comincerà a chiedersi quale sia veramente il suo posto.
L'intraprendente Rylin, che un lavoro ai piani alti trascinerà in un mondo - e in una relazione - mai immaginati: la nuova vita le costerà quella vecchia?
Il geniale Watt, che può arrivare ai segreti di ciascuno e, quando viene assunto per spiare una ragazza, si troverà imprigionato in una rete di bugie.
E sopra tutti, al millesimo piano del Tower, vive Avery, disegnata geneticamente per essere perfetta.
La ragazza che sembra avere ogni cosa, tormentata dall'unica che non dovrebbe nemmeno desiderare


Recensione


Con The Tower facciamo un salto nel futuro, precisamente nel 2118. New York, come Dubai e San Paolo, è praticamente disabitata, ogni abitazione, negozio, ospedale o luogo di intrattenimento si è spostato all'interno di un grattacielo di mille piani. Alla base della torre vivono i ceti inferiori, più saliamo e più ci ritroviamo immersi nel lusso e negli eccessi. 
Rylin è costretta a mantenere se stessa e la sorella minore accettando qualsiasi lavoro le venga proposto, Watt è un genio e c'è qualcosa, da lui costruito, impiantato nella sua testa che lo aiuta a scoprire qualsiasi cosa gli serva. Salendo per il grattacielo troviamo Leda, appena tornata a casa dopo la riabilitazione, ma pronta a tutto per conquistare il ragazzo dei suoi sogni. Eris sembra avere tutto, ma niente è per sempre e una scoperta sconvolgente la spedirà giù giù verso la base del Tower. E infine, sopra a tutti, al millesimo piano del Tower vive Avery, la ragazza progettata geneticamente per essere perfetta, quella che sembra avere qualsiasi cosa, peccato non possa avere l'unica  che desidera ardentemente.
Tecnologico, scintillante, sfarzoso, spietato e pericoloso, The Tower è pronto a proporvi una versione futuristica dell'Upper East Side che abbiamo conosciuto con Gossip Girl. Lo amerete!
Ora che vi ho descritto il romanzo direi che possiamo passare alla mia parte preferita, quella delle chiacchiere. Come al solito dovrò trattenermi dicendovi meno della metà di quello che mi passa per la testa, altrimenti finirei per raccontarvi tutto il libro. Però dai, possiamo farcela!
La verità è che non succede quasi nulla di sconvolgente per 3/4 del romanzo, ma non è per forza una cosa negativa. Abbiamo 5 punti di vista diversi in questo libro, e sono tanti, quindi per quasi tutto il romanzo ci vengono presentati i protagonisti e li accompagniamo per 400 pagine osservando le loro scelte. Li guardiamo mentre organizzano feste, si innamorano e tramano nell'ombra e solo alla fine accade IL fattaccio. Quindi non mi ha annoiata o disturbata come si potrebbe pensare, anche perché ero così presa da tutte le piccole storylines dei protagonisti da non avere tempo per riflettere troppo sulla struttura del romanzo. Non sono riuscita a mollarlo nemmeno per un attimo e l'ho terminato in  poco più di un giorno, quanto mi erano mancati gli scandali della New York privilegiata!
 Il mio personaggio preferito è Avery, mi è sembrata molto buona e semplice, inoltre il suo segreto non mi ha disturbata più di tanto. Parlarne senza fare spoiler è dura, ma non so, non mi sembra così drammatico. Magari è perché sono figlia unica, ma finché non ci sono legami (che faticaccia spiegarmi senza spiegarmi) per me è accettabile. Gli altri personaggi che mi sono piaciuti sono Rylin e Watt, della prima mi è piaciuta tanto la storia d'amore e per il secondo penso di aver preso una mini  cotta. Il personaggio peggiore di tutti e a cui auguro una fine tremenda è Leda. Completamente pazza, calcolatrice e senza una goccia di bontà, l'ho detestata dall'inizio alla fine. Per quanto riguarda IL fattaccio credo proprio si rivelerà il focus point del secondo volume  che uscirà il 29 Agosto in lingua originale. Speriamo che Piemme non ci faccia aspettare troppo, anche se conoscendomi potrei arrivare a dare una sbirciata a quello in inglese. Curiosità maledetta!
Insomma per me il libro è approvatissimo, anche se per me fa solo da base a una serie che migliorerà con il secondo e con il terzo. Ci vedrei benissimo una serie tv, perché le somiglianze con Gossip Girl sono tantissime, anche se potrebbe essere dispendioso dover avere a che fare con tutta quella tecnologia. Incrociamo le dita perché potrebbe venir fuori un buon prodotto.
Fans di Gossip Girl, non potete lasciarvelo scappare.
Fatemi sapere cosa ne pensate!

Bacini

1 commento:

  1. Ciao Jess ❤
    Questo libro lo avevo adocchiato in lingua originale e, trattandosi di un distopico, la mia curiosità è salita alle stelle. Ci farò un pensierino, sebbene questo primo volume non sia ricco di azione, il fatto che sia una serie mi fa ben sperare, ma attenderò l'uscita dei volumi successivi per leggerlo - detesto aspettare >.<

    RispondiElimina