venerdì 30 giugno 2017

"Absence- il gioco dei quattro" di Chiara Panzuti - Recensione


Voto:❤ ❤ ❤ 1/2

Trama

Viviamo anche attraverso i ricordi degli altri.
Lo sa bene Faith, che a sedici anni deve affrontare l’ennesimo trasloco insieme alla madre, in dolce attesa della sorellina. Ecco un ricordo che la ragazza custodirà per sempre. Ma cosa accadrebbe se, da un giorno all’altro, quel ricordo non esistesse più? E cosa accadrebbe se fosse Faith a sparire dai ricordi della madre? 
La sua vita si trasforma in un incubo quando, all’improvviso, si rende conto di essere diventata invisibile. Nessuno riesce più a vederla, né si ricorda di lei. Non c’è spiegazione a quello che le è accaduto, solo totale smarrimento.
Eppure Faith non è invisibile a tutti. Un uomo vestito di nero detta le regole di un gioco insidioso e apparentemente folle, dove l’unico indizio che conta è nascosto all’interno di un biglietto: 0°13′07″S 78°30′35″W, le coordinate per tornare a vedere.
Insieme a Jared, Scott e Christabel – come lei scomparsi dal mondo – la ragazza verrà coinvolta in un viaggio alla ricerca della propria identità, dove altri partecipanti faranno le loro mosse per sbarrarle la strada. Una corsa contro il tempo che da Londra passerà per San Francisco de Quito, in Ecuador, per poi toccare la punta più estrema del Cile, e ancora oltre, verso i confini del mondo.
Primo volume della trilogia di Absence, Il gioco dei quattro porta alla luce la battaglia interiore più difficile dei nostri giorni: definire chi siamo in una società troppo distratta per accorgersi degli individui che la compongono.
Cosa resterebbe della nostra esistenza, se il mondo non fosse più in grado di vederci?
Quanto saremmo disposti a lottare, per affermare la nostra identità?
Un libro intenso e profondo; una sfida moderna per ridefinire noi stessi. 
Una storia per essere visti. E per tornare a vedere.







Recensione

Faith, Jared, Christabel e Scott sono ragazzi comuni, ma di punto in bianco succede loro qualcosa di terribile. Senza nessuna apparente spiegazione logica i quattro ragazzi diventano invisibili e tutti i loro cari non si ricordano della loro esistenza. Ancora soli e confusi vengono approcciati da un uomo vestito di nero che, senza dire una parola, consegna loro del materiale, tra cui un biglietto con delle coordinate. I quattro ragazzi si imbarcheranno in un'avventura pericolosa in giro per il mondo, totalmente invisibili ma con un altro gruppo composto da ragazzi senza scrupoli alle costole, disposti a ferire e forse anche a uccidere.

Ero terribilmente curiosa di leggere il romanzo perché ne stanno parlando tutti da tempo. Non sapevo di cosa parlasse, ma sapevo che mi sarebbe piaciuto.
Absence è il primo volume di una trilogia che sono sicura vi appassionerà, perché le 300 pagine circa del primo libro sono volante in un paio d'ore.
Chiara Panzuti ha scelto di parlare di invisibilità, perché essere dimenticati e essere ignorati è spesso una delle più grandi paure dell'uomo. La verità è che prima di diventare effettivamente invisibili e prima di essere cancellati completamente, i nostri quattro protagonisti si sentivano già invisibili e ignorati dal mondo intero.
Qualcuno di misterioso muove come un burattinaio i protagonisti della storia spingendoli a volare in giro per il mondo per partecipare a delle sfide di cui non sanno nulla. 
Non è divertente o facile partecipare a un gioco quando sembri essere l'unico a non conoscere le regole.
Devo anche dire che in alcuni punti, quelli che ci mostrano gli scontri tra i gruppi, mi ha ricordato vagamente il primo di Hunger Games e sono state senza ombra di dubbio le mie scene preferite perché ricche d'azione.
Ecco, l'unica mini critica che mi sento di fare è che speravo di vedere più azione e mi sarebbe piaciuto avere qualche risposta in più, ma essendo una trilogia confido nei prossimi due.
Il mio preferito è sicuramente Scott, il più divertente del gruppo e devo ammettere di essere particolarmente interessata a una certa coppia che spero proprio di conoscere meglio nei prossimi volumi.

Non vedo l 'ora di scoprire cosa succederà! Chi è con me? 


A presto <3

1 commento:

  1. ho dato il tuo stesso punteggio, a me però non hanno fatto impazzire i personaggi, li avrei preferiti un pizzichino più determinati :)

    RispondiElimina