martedì 12 settembre 2017

"Ps I like you" di Kasie West - Recensione

Buongiorno lettori!
Oggi parliamo di P.S. I like you di Kasie West, edito Newton Compton (9,90 €)

Image result for ps I like you


Voto:❤ ❤ ❤

Trama
Il sogno di Lily è comporre canzoni. Scrive versi ovunque le capiti. Anche durante le lezioni che proprio non riesce a digerire, per esempio quelle di chimica. Almeno fino al giorno in cui l’insegnante, esasperato dalla sua disattenzione, fa sparire dal suo banco qualsiasi oggetto possa distrarla: tutto tranne un foglio e una penna per prendere appunti. Ma la passione è più forte di tutto. E così Lily inizia ad appuntare versi sul banco, sperando che nessuno se ne accorga. Qualcuno però la scopre. Qualcuno che legge e aggiunge parole alle sue, sul banco. A ogni lezione di chimica. Tre volte a settimana. Quella che nasce tra Lily e il suo misterioso interlocutore è una vera e propria corrispondenza.


Recensione

Ho letto questo libro verso fine Maggio, appena prima che uscisse in Italia. Purtroppo i miei impegni non mi hanno permesso di scrivere subito  la recensione, ma non preoccupatevi, sto cercando di rimediare.
Lily è una ragazza con una grande passione per la musica e oltre a suonare la chitarra scrive anche i suoi testi. Il problema è che non è mai riuscita a terminarne nemmeno uno. Una cosa però è certa: tra le sue passioni non rientra la chimica. Durante le lezioni, che non riesce proprio ad ascoltare, comincia a scambiarsi messaggi, prima sul banco e poi in lettere nascoste sotto al banco, con un ragazzo misterioso che frequenta la stessa classe in un orario diverso. In un primo momento le lettere parlano solo di musica, ma quando i due entrano in confidenza si comincia a scavare più a fondo. In poco tempo Lily comincia ad aspettare con ansia le lezioni di chimica, ma sarebbe così elettrizzata anche se scoprisse che l'interlocutore non è altro che il ragazzo che lei odia di più? E Cade merita davvero tutto questo odio?

Avevo già sentito nominare Kasie West e sul kobo mi aspetta ancora “Principe azzurro per un giorno”, ma non avevo ancora avuto modo di leggere nulla. Devo dirvi la verità, la prima parte del libro non mi ha entusiasmata particolarmente, anche se penso sia stata anche colpa del periodo non proprio sereno. Come ormai saprete non sono particolarmente sensibile alla musica quindi tutta la parte relativa ai testi e alle conversazioni sulle band mi ha annoiata un pochino. Anche la protagonista non è entrata subito nelle mie grazie, perché non sopportavo il modo in cui si poneva nei confronti di Cade. Per quanto mi riguarda tutto quell'odio era ingiustificato. Forse ho sbagliato anche il periodo perché vicino alla sessione estiva diventa piuttosto difficile godersi qualcosa, fortunatamente verso la metà il libro è migliorato di colpo. Dal momento in cui si scopre l'identità del ragazzo misterioso per me il romanzo migliora immediatamente e diventa molto molto  più interessante. Da quel punto in poi non sono più riuscita a staccarmi perché morivo dalla voglia di sapere se Lily e Cade avrebbero superato quella terribile antipatia che pensavano di provare l'uno per l'altra. Abbiamo avuto finalmente modo di conoscere Cade e anche qualcosa in Lily è cambiato. I due protagonisti che in un primo momento non riuscivo a sopportare sono migliorati, e hanno iniziato a mostrarci un lato di loro che era rimasto nascosto durante la prima parte e che era emerso solo dalle lettere.
Giudizio finale? Carino carino carino!
Sicuramente il libro perfetto per un'estate in spiaggia o da leggere sui mezzi mentre si va a scuola in autunno. Voi lo avete letto?

A presto!



1 commento:

  1. Non ho mai letto di questa autrice, ma continuo a vederla ovunque! Credo che sia proprio il genere di autrice di cui potrei innamorarmi, ma siamo nella fase in cui io la studio e lei continua a sfornare libri. Arriverà il nostro momento xD

    RispondiElimina