"Begin Again" di Mona Kasten - Recensione

Buongiorno letti!




Oggi parliamo di Begin Again di Mona Kasten che uscirà il 6 Marzo per Sperling & Kupfer.


Voto:❤ ❤ ❤ ❤  1/2


Trama

Nuovo nome, nuovo taglio di capelli, nuova città. Così Allie Harper, diciannove anni, è pronta a scrivere la sua storia, a un migliaio di chilometri di distanza dal suo passato, all'università di Woodshill, dove si è iscritta a Letteratura. Ma c'è ancora un tassello mancante per rendere davvero perfetto questo nuovo inizio: un alloggio. 
La ricerca si sta rivelando più difficile del previsto e Allie ha smesso di contare i tentativi andati male. Finché, all'ultimo appuntamento in agenda, finalmente arriva lei: la casa perfetta. Pulita, luminosa e accogliente. Peccato per la compagnia: con i suoi tatuaggi e l'aria strafottente, Kaden White è l'ultima persona con cui Allie vorrebbe condividere un appartamento. E Kaden, dal canto suo, non vuole affatto una coinquilina, che lo tramortisca con tutte le sue chiacchiere da donna. 
Purtroppo per loro, però, le circostanze non lasciano altra scelta. Non resta quindi che arrendersi e stabilire immediatamente le tre regole fondamentali per la convivenza perfetta: niente sentimentalismi, nessuna interferenza nei fatti altrui e, soprattutto, nessun contatto fisico. Ma le regole sono fatte per essere infrante...

Recensione


Allie sta cercando di ricominciare. Ha scelto di lasciarsi alle spalle il lusso del mondo in cui ha sempre vissuto e le pressioni della sua famiglia. Allie è motivata, ma le serve una casa in cui vivere per frequentare il college e la ricerca dell'appartamento, non perfetto ma accettabile, si sta rivelando un'impresa impossibile. Quando Allie bussa alla porta dell'ultima casa, della sua ultima possibilità, si trova davanti Kaden White. Kaden è terribilmente attraente, ma è anche scontroso, insopportabile e soprattutto non vuole una ragazza come coinquilina. Allie però ha disperatamente bisogno di un appartamento e lui di qualcuno con cui condividere le spese, quindi il ragazzo si arrende, ma non senza aver prima stabilito delle regole. In breve, Kaden non vuole avere niente a che fare con i drammi da femminucce, non vuole che nessuno apra bocca sul suo modo di comportarsi con le ragazze e non vuole che succeda niente tra di loro. Allie è più che felice di accettare le sue stupide regole visto che non vuole avere niente a che fare con qualcuno di così scontroso, ma la convivenza e i problemi della vita li portano sempre di più l'uno verso l'altro e man mano che si conoscono scoprono di non  riuscire a starsi lontani.

Sì Sì e Sì! Il 2018 è iniziato alla grande con una lettura che è durata giusto un paio d'ore perché non sono riuscita a staccarmi nemmeno per un minuto. 
Allie mi è piaciuta da morire. Determinata, forte, responsabile ma anche fragile e comprensiva. Sa farsi valere con chi pensa di poterla controllare e soprattutto ho apprezzato il fatto che non sia caduta ai piedi di Kaden  quando ancora si comportava male con lei. Impara a conoscerlo, impara a capirlo e apprezzarlo e riesce anche ad aiutarlo a accettarsi e perdonarsi.
Kaden, Oh Kaden! Ho passato i primi capitoli a detestarlo quasi quanto Reed in Paper Princess, insopportabile, fastidioso e arrogante, in realtà, però, l'attrazione che prova per Allie è palese fin dal principio. 
Entrambi con un passato difficile collegato alla violenza di cui l'autrice riesce a parlare con delicatezza, anche se non in modo troppo approfondito. Parla di un tipo di violenza diversa  e l'ho apprezzato tanto, perché non è solo quella fisica a fare male.
Ho letto il romanzo in inglese, quindi non posso giudicare direttamente lo stile dell'autrice tedesca, però la narrazione risulta scorrevole, semplice e accattivante. Se avete amato la serie "Ti aspettavo" della Armentrout o "Paper Princess" di Erin Watt, questo romanzo fa al caso vostro!

Nessun commento:

Powered by Blogger.